Ultimi Sostenitori 500forum.it:
Atomo27 Maurizio Felipe500 Felipe500junior

Si inizia

Foto, fasi, descrizioni di restauri
AndreaLobellari
Utente
Utente
Messaggi: 115
Iscritto il: 27.04.2017, 19:14
Nome: Andrea
Provincia: Brescia
Contatta:

Re: Si inizia

Messaggio da AndreaLobellari » 13.06.2018, 8:32

Esistono anche le basi opache pastello... ormai il lucido diretto (acrilico o poliuretanico) non si usa quasi più perché nessuno più tiene il tintometro, ma solo il tintometro basi opache pastello/metallizzato, per legge obbligatorio all’acqua.

Avatar utente
MeSoRotto
Utente
Utente
Messaggi: 636
Iscritto il: 02.04.2012, 11:50
Nome: luigi
Località: Campagnano di Roma
Provincia: Roma

Re: Si inizia

Messaggio da MeSoRotto » 13.06.2018, 9:41

Se è per questo esistono anche le vernici per il vetro, la plastica ecc..ecc..ma il nostro amico credo intendesse il trasparente usato sopra una vernice pastello lucida. Almeno così ho inteso.
Meglio un 5quino di ieri che uno di oggi

Avatar utente
Ciccio Corda
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 696
Iscritto il: 03.01.2011, 16:43
Nome: Ciccio Corda
Provincia: Cagliari

Re: Si inizia

Messaggio da Ciccio Corda » 13.06.2018, 18:03

Ci sono tipi diversi di vernici:
lucide, semilucide, a doppio strato e talvolta pure a triplo. Le 500 recenti, quelle prodotte fino al 1975, venivano verniciate in fabbrica con le prime. Per il metallizato, allora ed ancora, si usa il sempre secondo strato trasparente, così come per le moderne basi colorate, che asciugando rimangono opache, poi ci sono anche altri processi di vernciatura che hanno bisogno di ulteriori strati, per creare effetti diversi: es il perlato. Insomma c'è libera scelta, ma se si dovesse optare per l'originalità assoluta meglio usare quelle a lucido diretto. Se la mano che vernicia è buona il risultato sarà conseguente.

Cricket
Utente
Utente
Messaggi: 41
Iscritto il: 24.05.2018, 14:00
Nome: Cricket
Provincia: Macerata

Re: Si inizia

Messaggio da Cricket » 13.06.2018, 18:37

Intendevo il trasparente per proteggere sia la vernice che la macchina, ieri un verniciatore mi ha detto che i colori pastello di oggi non hanno niente a che fare con le vernici di allora sono molto più resistenti durano a lungo 10 anni anche più prima che si opacizzano, il trasparente su tale vernice non serve è superfluo

Avatar utente
Ciccio Corda
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 696
Iscritto il: 03.01.2011, 16:43
Nome: Ciccio Corda
Provincia: Cagliari

Re: Si inizia

Messaggio da Ciccio Corda » 14.06.2018, 0:47

La verniciatura è solo l'atto finale di un buon restauro. Se il risanamento delle lamiere è stato fatto correttamente sarà sufficiente l'applicazione di un buon fondo epossidico di adeguato spessore, sul quale poi applicare l'isolate ed a finire il colore scelto. Sulla vernice lucida non si può applicare il trasparente, se non previa completa ed accuratissima seppiatura.
Sarebbe però un inutile spreco di soldi.

Avatar utente
MeSoRotto
Utente
Utente
Messaggi: 636
Iscritto il: 02.04.2012, 11:50
Nome: luigi
Località: Campagnano di Roma
Provincia: Roma

Re: Si inizia

Messaggio da MeSoRotto » 14.06.2018, 12:27

Cricket ha scritto:
13.06.2018, 18:37
Intendevo il trasparente per proteggere sia la vernice che la macchina, ieri un verniciatore mi ha detto che i colori pastello di oggi non hanno niente a che fare con le vernici di allora sono molto più resistenti durano a lungo 10 anni anche più prima che si opacizzano, il trasparente su tale vernice non serve è superfluo
Personalmente con le vernici all'acqua moderne non ci vernicerei nemmeno le ruote del triciclo di mio nipote, :arg: ma mi piacerebbe proprio tanto conoscere questo "pseudo" verniciatore punizione1::: punizione1::: che dice che una vernice pastello a base di acqua è più resistente di un poliuretanico di 40 anni fa. :picchiatesta: Qualora mi confermasse ciò giuro che scriverei al vocabolarista Zingarelli per far togliere DEFINITIVAMENTE la parola vergogna dal vocabolario italiano :wowo!!:
Meglio un 5quino di ieri che uno di oggi

Avatar utente
MeSoRotto
Utente
Utente
Messaggi: 636
Iscritto il: 02.04.2012, 11:50
Nome: luigi
Località: Campagnano di Roma
Provincia: Roma

Re: Si inizia

Messaggio da MeSoRotto » 14.06.2018, 12:35

Ciccio Corda ha scritto:
14.06.2018, 0:47
La verniciatura è solo l'atto finale di un buon restauro. Se il risanamento delle lamiere è stato fatto correttamente sarà sufficiente l'applicazione di un buon fondo epossidico di adeguato spessore, sul quale poi applicare l'isolate ed a finire il colore scelto. Sulla vernice lucida non si può applicare il trasparente, se non previa completa ed accuratissima seppiatura.
Sarebbe però un inutile spreco di soldi.
:? :? :? :?
Meglio un 5quino di ieri che uno di oggi

AndreaLobellari
Utente
Utente
Messaggi: 115
Iscritto il: 27.04.2017, 19:14
Nome: Andrea
Provincia: Brescia
Contatta:

Re: Si inizia

Messaggio da AndreaLobellari » 14.06.2018, 18:16

MeSoRotto ha scritto:
14.06.2018, 12:35
Ciccio Corda ha scritto:
14.06.2018, 0:47
La verniciatura è solo l'atto finale di un buon restauro. Se il risanamento delle lamiere è stato fatto correttamente sarà sufficiente l'applicazione di un buon fondo epossidico di adeguato spessore, sul quale poi applicare l'isolate ed a finire il colore scelto. Sulla vernice lucida non si può applicare il trasparente, se non previa completa ed accuratissima seppiatura.
Sarebbe però un inutile spreco di soldi.
:? :? :? :?
Non è esatto nemmeno questo perché sul lucido diretto (acrilico o poliuretanico) si può applicare qualsiasi cosa, come pure il trasparente, ad appassimento avvenuto (quindi, dipendentemente anche dalla temperatura, diciamo a partire da 1 ora fino ad un massimo di 24 ore), senza carteggiare.
Capitato parecchie volte in carrozzeria di avere avanzi di colore acrilico per fare i ritocchi sufficienti a coprire la macchia di isolante ma non a fare tutto il pezzo, si può benissimo verniciare la parte danneggiata, lasciare ad appassimento e quindi coprire tutta la parte (parafango, paraurti, ecc) con il trasparente catalizzato. Risultato garantito senza nessuna spellatura.
Certo è che se si vernicia una macchina con un buon acrilico o poliuretanico non ha senso applicare il trasparente, come già detto.

Cricket
Utente
Utente
Messaggi: 41
Iscritto il: 24.05.2018, 14:00
Nome: Cricket
Provincia: Macerata

Re: Si inizia

Messaggio da Cricket » 14.06.2018, 19:28

Datemi un consiglio per la batteria la macchina che ho deciso di prendere ha la batteria fusa
Grazie

Cricket
Utente
Utente
Messaggi: 41
Iscritto il: 24.05.2018, 14:00
Nome: Cricket
Provincia: Macerata

Re: Si inizia

Messaggio da Cricket » 14.06.2018, 20:54

Dimenticavo mi servono anche le guarnzioni dei finestrini

Avatar utente
MeSoRotto
Utente
Utente
Messaggi: 636
Iscritto il: 02.04.2012, 11:50
Nome: luigi
Località: Campagnano di Roma
Provincia: Roma

Re: Si inizia

Messaggio da MeSoRotto » 15.06.2018, 11:55

AndreaLobellari ha scritto:
14.06.2018, 18:16
MeSoRotto ha scritto:
14.06.2018, 12:35
Ciccio Corda ha scritto:
14.06.2018, 0:47
La verniciatura è solo l'attoprevia completa ed accuratissima seppiatura.........
.........Sarebbe però un inutile spreco di soldi.
Non è esatto nemmeno questo perché sul lucido diretto (acrilico o poliuretanico) si può applicare qualsiasi cosa, come pure il trasparente, ad appassimento avvenuto (quindi, dipendentemente anche dalla temperatura, diciamo a partire da 1 ora fino ad un massimo di 24 ore), senza carteggiare.
Capitato parecchie volte in carrozzeria di avere avanzi di colore acrilico per fare i ritocchi sufficienti a coprire la macchia di isolante ma non a fare tutto il pezzo, si può benissimo verniciare la parte danneggiata, lasciare ad appassimento e quindi coprire tutta la parte (parafango, paraurti, ecc) con il trasparente catalizzato. Risultato garantito senza nessuna spellatura.
Certo è che se si vernicia una macchina con un buon acrilico o poliuretanico non ha senso applicare il trasparente, come già detto.
Ecco su questo sono d'accordo :? :?
Meglio un 5quino di ieri che uno di oggi

Rispondi

Torna a “RESTAURO”