Doppio corpo...emulsionatori....freni aria e company.... :)

Avatar utente
Nicolicchio
Utente
Utente
Messaggi: 272
Iscritto il: 10.05.2007, 10:19
Nome: Nicola
Località: Mestre
Provincia: Venezia

Re: Doppio corpo...emulsionatori....freni aria e company....

Messaggio da Nicolicchio » 09.06.2016, 15:35

DHLA, DCOE, DRLA, IDF, DMTR (A112, 128 rally, fiat 127 sport) ed altri ancora... funzionato tutti come ti ho descritto
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
"Signorina gradisce un whisky?"
"Solo un dito grazie"
"E' sicura di non volere prima un Whisky?"

Avatar utente
Mantovasud
Utente
Utente
Messaggi: 1802
Iscritto il: 12.02.2016, 17:02
Nome: Emidio
Provincia: Mantova

Re: Doppio corpo...emulsionatori....freni aria e company....

Messaggio da Mantovasud » 09.06.2016, 15:46

Funzionano come ?

Ad ogni modo ho fotografato il DHLA .....Il perchè del DHLA non lo so quello che è certo che la benzina per arrivare nel pozzetto dove è alloggiato l'emulsionatore passa attraverso il MAX non c'è nulla da inventarsi che non sia come ho scritto

Emidio
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Chi trova un tesoro...trova un sacco di amici.
(mimidiroma)

Avatar utente
Nicolicchio
Utente
Utente
Messaggi: 272
Iscritto il: 10.05.2007, 10:19
Nome: Nicola
Località: Mestre
Provincia: Venezia

Re: Doppio corpo...emulsionatori....freni aria e company....

Messaggio da Nicolicchio » 09.06.2016, 18:53

Ma certo che passa attraverso il getto del massimo nessuno dice il contrario, una volta attraversato il getto del massimo esce subito dai 4 forellini inferiori dell'emulsionatore come si vede sia dalla foto che ho postato nella pagina precedente (quella con il filo grigio) sia nella foto a inizio pagina (presa da un manuale dell'orto). Una volta uscita da quei 4 forellini va nel pozzetto e resta esterna all'emulsionatore il quale si riempie di aria (attraverso il getto freno aria superiore), aria che esce dai forellini presenti alle diverse altezze (se presenti perché abbiamo visto che nel .14 i forellini sono solo nella parte superiore).
Questa miscela poi va a finire nei centratori e spruzzatori.
Così funziona l'emulsionatore del getto principale.

Diverso invece è il funzionamento del minimo.
Faccio riferimento ai DCOE e ai DHLA no emission control: la benzina entra nel getto del minimo che è posto nella parte inferiore e sale verso l'alto all'interno del tubetto emulsionatore-porta getto del minimo. L'emulsionatore ha dei forellini appena sopra il getto del minimo; questi forellini sono in comunicazione con l'esterno e aspirano aria. L'aria aspirata si mescola con la benzina e questa miscela sale verso l'alto all'interno dell'emulsionatore. Nella parte superiore ci sono altri fori da cui esce questa miscela che poi attraverso dei canali giunge ai fori di progressione e alle viti di regolazione del minimo.
Nei DHLA emission control invece all'interno dell'emulsionatore c'è solo benzina, perché non sono presenti i forellini (nella parte inferiore) in comunicazione con l'esterno. La benzina esce dai fori superiori, si emulsiona con l'aria che proviene da 2 fori calibrati da 2,2 mm e va ai fori di progressione e vite di regolazione del minimo.

Allego 2 foto dello schema del minimo del DHLA.
Nei non emission control i getti del mimino pescano benzina direttamente dalla vaschetta mentre negli emission control i getti del minimo sono alimentati dai getti del massimo
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
"Signorina gradisce un whisky?"
"Solo un dito grazie"
"E' sicura di non volere prima un Whisky?"

Avatar utente
Mantovasud
Utente
Utente
Messaggi: 1802
Iscritto il: 12.02.2016, 17:02
Nome: Emidio
Provincia: Mantova

Re: Doppio corpo...emulsionatori....freni aria e company....

Messaggio da Mantovasud » 09.06.2016, 19:35

Ciao, io ho semplificato perchè si capisca tutto facilmente...il carburatore funziona così, il minimo anche...poi esistono diversi metodi e modi....il carburatore SU non ha ne getto minimo ne massimo, neanche il freno aria per non parlare del tubetto di emulsione...eppure funzione BENISSIMO... più semplice di così.

Il tubetto dell'emulsionatore è pieno di benzina, la benzina non può essere esterna al tubetto se questo ha dei fori radiali....si vuota accelerando...ecc...ecc

Il getto aria sopra all'emulsionatore frena, frantuma e raccoglie la benzina che fuoriesce dai forellini...ne regola la "quantità"...difatti aumentando o diminuendo la sua sezione smagriamo o arricchiamo la carburazione.

Emidio
Chi trova un tesoro...trova un sacco di amici.
(mimidiroma)

Avatar utente
Drago
Staff
Staff
Messaggi: 2346
Iscritto il: 18.08.2012, 9:40
Nome: marco
Provincia: Arezzo

Re: Doppio corpo...emulsionatori....freni aria e company....

Messaggio da Drago » 09.06.2016, 23:12

Emidio grazie di tutte le spiegazioni che ci hai dato, semplici e intuibili.... domani pomeriggio faccio alcune prove che ho recepito..... prima cosa metto i getti minimo da 47 ( come dicevi tu il mio 36 monta quella misura) il livello galleggiante come mi devo regolare??? Il livello è solo quello dato dalla weber oppure ci si può muovere a esigenze del caso??? Grazie in anticipo
La sfortuna è quella cosa che ci fa capire quanto siamo fortunati

Avatar utente
Nicolicchio
Utente
Utente
Messaggi: 272
Iscritto il: 10.05.2007, 10:19
Nome: Nicola
Località: Mestre
Provincia: Venezia

Re: Doppio corpo...emulsionatori....freni aria e company....

Messaggio da Nicolicchio » 10.06.2016, 0:24

Mantovasud ha scritto:
Il tubetto dell'emulsionatore è pieno di benzina, la benzina non può essere esterna al tubetto se questo ha dei fori radiali....si vuota accelerando...ecc...ecc

Il getto aria sopra all'emulsionatore frena, frantuma e raccoglie la benzina che fuoriesce dai forellini...ne regola la "quantità"...difatti aumentando o diminuendo la sua sezione smagriamo o arricchiamo la carburazione.

Emidio
Ma hai visto il .14? non ha fori laterali; come fa la benzina ad uscire dall'emulsionatore se non ci sono fori? e come fa ad entrarci? da sotto non può perché l'emulsionatore non è un tubo completamente vuoto da parte a parte ma appena sopra il getto del massimo è tappato e la benzina esce lateralmente dai 4 forellini che sono appena sopra il getto del massimo. Ho fatto pure le foto. Spiegami come fa ad entrare ed uscire.

La benzina resta esterna al tubetto.
"Signorina gradisce un whisky?"
"Solo un dito grazie"
"E' sicura di non volere prima un Whisky?"

Avatar utente
Mantovasud
Utente
Utente
Messaggi: 1802
Iscritto il: 12.02.2016, 17:02
Nome: Emidio
Provincia: Mantova

Re: Doppio corpo...emulsionatori....freni aria e company....

Messaggio da Mantovasud » 10.06.2016, 7:32

Ciao, un "caso" non può essere una regola...occorre vedere l'applicazione del carburatore...quello fornisce un'accelerazione magrissima che non necessita di un ulteriore arricchimento...
Se Drago aveva a disposizione quell'emulsionatore per camminare andava con lo starter tirato...stessa cosa con gli F36, forniscono una miscela magra, quando si accelera il motore si mette in ginocchio...cosa che sulla Matra-Simca non avveniva.

Queste correzioni sono possibili in parte con la pompa di ripresa....ma con un'andatura a regime costante, il vuoto ritorna, sotto forma di un seghettamento continuo, una pausa...

La mia capacità di guida e la mia prudenza mi hanno sempre portato a preferire un motore che dia il meglio nei regimi medio-bassi, questo non vuole dire che in alto non andava...solo che non mi interessava se con il piede tutto giù "sentivo" che poteva dare di più....la resistenza allo stress che forniva il motore non era certamente quella di oggi.

La mia quando partiva lo faceva dal minimo...non imballavo neanche il motore... anche perchè tranne i cerchi e la marmitta originale ma con l'uscita laterale non destava molto interesse... li fregavo tutti...che dopo mi passavano avanti non mi interessava più.

Emidio

Ciao Drago
La variazione del livello fatta in modo arbitrale si può fare, ma si modifica un po la natura del carburatore.

Il DCNF può montare 2 tipi di galleggiante..
Uno è in "plastica" e l'altro in ottone...questo non mi fa dare la preferenza a uno o all'altro..e non so neanche se INTERNAMENTE SI MODIFICA IL LIVELLO che raggiunge la benzina alternandoli...che è ben diverso dalla MISURAZIONE DELLA QUOTA DI MONTAGGIO DEL GALLEGGIANTE.
Va detto, che la diversità dei materiali e PESO portano a un diverso coefficiente di galleggiamento...il livello reale della benzina "potrebbe" rimanere medesimo...o forse no.. oppure la sostituzione è stata fatta per puro interesse commerciale.
Non ho mai fatto prove e neanche avuto occasione di vedere un galleggiante di questo tipo in plastica...una cosa forse è certa, il ridotto volume permette un maggiore quantità di benzina nella vaschetta...se serviva poi non lo so

Variando il livello nella vaschetta e in questo caso abbassandolo, è come modificare la posizione dei fori del tubetto emulsionatore...un foro che dovrebbe essere coperto dalla benzina si viene a trovare senza carburante.
Alzando il livello, la benzina comincerà ad uscire quando incontrerà il foro, e comunque quella intorno al tubetto arricchirà troppo precocemente la carburazione...il danno maggiore è che si può manifestare una tracimazione di benzina dallo spruzzatore al minimo, un gocciolamento.

Ciao Emidio
Chi trova un tesoro...trova un sacco di amici.
(mimidiroma)

Oleandroi
Utente
Utente
Messaggi: 2006
Iscritto il: 05.12.2013, 23:01
Nome: Francesco
Provincia: Novara

Re: Doppio corpo...emulsionatori....freni aria e company....

Messaggio da Oleandroi » 10.06.2016, 9:49

Quando mi trovavo di fronte a questi emulsionatori,che provocavano sempre seghettamenti,li modificavo senza cambiarli,un passo alla volta,finché non trovavo il compromesso giusto,il lavoro e' un po noioso,perché bisogna partire modificando un pochino alla volta perché se vai subito deciso e sbagli,non si può piu tornare indietro,salvo la sostituzione del componente.

Avatar utente
Nicolicchio
Utente
Utente
Messaggi: 272
Iscritto il: 10.05.2007, 10:19
Nome: Nicola
Località: Mestre
Provincia: Venezia

Re: Doppio corpo...emulsionatori....freni aria e company....

Messaggio da Nicolicchio » 10.06.2016, 11:54

Perché venne usato il galleggiante in plastica? questa modifica si rese necessaria in quanto il carburatore fù adattato ad una moto (Ducati Paso 750 e 906), che ovviamente aveva esigenze diverse rispetto ad una vettura, immaginate in piega cosa sarebbe accaduto a seguito di un ingolfamento dovuto alla fuoriuscita della benzina e annegamento dei getti come ho spiegato nella pagina precedente.
Il galleggiante in plastica era più stabile e permetteva di avere più benza all'interno della vaschetta.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
"Signorina gradisce un whisky?"
"Solo un dito grazie"
"E' sicura di non volere prima un Whisky?"

Avatar utente
Mantovasud
Utente
Utente
Messaggi: 1802
Iscritto il: 12.02.2016, 17:02
Nome: Emidio
Provincia: Mantova

Re: Doppio corpo...emulsionatori....freni aria e company....

Messaggio da Mantovasud » 10.06.2016, 12:07

Ciao Oleandroi, lo avevo scritto e dopo l'ho cancellato...ne avevo fatto un accenno in un altro post...a volte discutiamo per cose ugualmente importanti e altre che possono destare maggiore interesse vengono ignorate.

Se avevo la 500/126 Il carburatore di Drago era anche il mio....sono circa 40 anni che lo conservo (ho anche i 40) avevo fatto cromare pure le parti metalliche...poi una volta questo una volta quello ne è rimasto ben poco... con pazienza l' ho recuperato.

Non ho esperienza delle sue qualità sulla 500, se le avevo avrei vuotato il sacco....ma mi immagino che il suo funzionamento sarebbe stato perfetto...più altro per la mia testardagine.

Emidio
Chi trova un tesoro...trova un sacco di amici.
(mimidiroma)

Avatar utente
Mantovasud
Utente
Utente
Messaggi: 1802
Iscritto il: 12.02.2016, 17:02
Nome: Emidio
Provincia: Mantova

Re: Doppio corpo...emulsionatori....freni aria e company....

Messaggio da Mantovasud » 10.06.2016, 13:25

Ecco, non avevo ancora visto un galleggiante in spansil...le ridotte dimensioni appaiono reali...il fatto che ci faccia avere un diverso LIVELLO di BENZINA internamente alla vaschetta occorre soltanto confrontarlo con quello di metallo.

Per il livello, ( galleggiante in ottone ) il controllo viene fatto SENZA la guarnizione e la distanza da misurare dal piano del carburatore alla sommità del galleggiante è di 52mm.. in questo caso.

Lo spillo dove avere la sfera molleggiata più DURA se paragonata a quelle dei carburatori comuni, ma non a quelle dei DCOE, dove l'ago è medesimo.

Questi galleggianti in spansil ci mettono un po in sofferenza perchè con il tempo perdono la loro impermeabilità, assorbono la benzina, quindi vanno controllati in modo costante con la bilancia....non lo dico per questi in particolare, ma per tutti gli altri carburatori che li usano...se lasciati in disuso si asciugano e si alleggeriscono...ma dura pochi giorni.

Emidio
Chi trova un tesoro...trova un sacco di amici.
(mimidiroma)

Avatar utente
Drago
Staff
Staff
Messaggi: 2346
Iscritto il: 18.08.2012, 9:40
Nome: marco
Provincia: Arezzo

Re: Doppio corpo...emulsionatori....freni aria e company....

Messaggio da Drago » 13.06.2016, 18:34

Ciao emidio, intanto ti ringrazio per aver messo a disposizione di tutti il tuo sapere/esperienza..... sabato pomeriggio al raduno pierino e francesco (ghepcar e oleandroi) hanno rilevato alcuni difetti, che io non li prendevo neanche in considerazione, ho i due centratori ausiliari che ballano nelle loro sedi quindi alcuni problemi li dovrei risolvere " fermandoli" avevo montato una retina sopra le trombette di aspirazione perché essendo verticale avevo paura che ci potesse entrare anche un passerotto...quindi tolta la retina tutto si è stabilizzato ..... si è smagrita la carburazione ha quasi smesso di ingolfarsi al momento delle fermate, è rimasto solo il piccolo difetto che alle curve fatte a gas zero e dato la pedalato si ingolfa leggermente, credo a questo punto per lo sbattimento dei centratori che spostandosi perdono un po' di benza e sporcano la carburazione........a questo punto blocco i centratori e ricomincio con la carburazione....ho in macchina lo strumento egt e lo stechiometrico . Quello in tutte le condizioni di utilizzo deve stare sempre nello spazio carburazione ottimale oppure può anche oscillare vistosamente da magro a grasso???????
La sfortuna è quella cosa che ci fa capire quanto siamo fortunati

Avatar utente
Ape20ff
Utente
Utente
Messaggi: 1501
Iscritto il: 20.11.2009, 23:47
Nome: Ape
Provincia: Nuoro

Re: Doppio corpo...emulsionatori....freni aria e company....

Messaggio da Ape20ff » 13.06.2016, 19:22

Salve a tutti.
Drago ha scritto:... lo stechiometrico . Quello in tutte le condizioni di utilizzo deve stare sempre nello spazio carburazione ottimale oppure può anche oscillare vistosamente da magro a grasso???????
Non azzardo la risposta anzi ti rigiro la tua stessa domanda,facciamo conto che io l'abbia fatta a te.
Non prendiamo in considerazione il fatto che la tua carburazione non sia ancora ottimale.
Se ci giri col l'auto e guardi lo strumento ti renderai conto del suo funzionamento e delle variazioni,magari i valori non saranno quelli ottimali ma il corportamento dovrebbe essere sempre quello.
Un saluto.

Avatar utente
Mantovasud
Utente
Utente
Messaggi: 1802
Iscritto il: 12.02.2016, 17:02
Nome: Emidio
Provincia: Mantova

Re: Doppio corpo...emulsionatori....freni aria e company....

Messaggio da Mantovasud » 13.06.2016, 19:40

Ciao, per bloccare i centratori basta un po di cervello...quelle mollette escono... puoi eventualmente "spessorarle" aumentandone così la spinta (con moderazione)..forse lo avrai già fatto

Riguardo la ripartenza fammi una foto del carburatore come quella quando ti ho mostrato il mio, magari da più vicino

Emidio
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Chi trova un tesoro...trova un sacco di amici.
(mimidiroma)

Avatar utente
Drago
Staff
Staff
Messaggi: 2346
Iscritto il: 18.08.2012, 9:40
Nome: marco
Provincia: Arezzo

Re: Doppio corpo...emulsionatori....freni aria e company....

Messaggio da Drago » 14.06.2016, 11:02

Per i centratori ho sforzato la molla da te indicata e è migliorato molto....la foto che mi richiedi quale , scusa se sono duro ma sopra ce ne sono abbastanza e non ho capito quale ti interessa margiormente
La sfortuna è quella cosa che ci fa capire quanto siamo fortunati

Rispondi

Torna a “ALIMENTAZIONE”