Doppio corpo...emulsionatori....freni aria e company.... :)

Avatar utente
Drago
Staff
Staff
Messaggi: 2346
Iscritto il: 18.08.2012, 9:40
Nome: marco
Provincia: Arezzo

Re: Doppio corpo...emulsionatori....freni aria e company....

Messaggio da Drago » 08.06.2016, 16:14

Queste sono le foto richieste credo
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
La sfortuna è quella cosa che ci fa capire quanto siamo fortunati

Avatar utente
Mantovasud
Utente
Utente
Messaggi: 1802
Iscritto il: 12.02.2016, 17:02
Nome: Emidio
Provincia: Mantova

Re: Doppio corpo...emulsionatori....freni aria e company....

Messaggio da Mantovasud » 08.06.2016, 16:40

Benissimo, era quello che volevo vedere...come mai hai montato i getti da 55, che problemi avevi per doverli aumentare...avrai costatato anche te la differenza (del solo getto) con quelli del 26 IMB...il 28 no, sono come questi

Emidio
Chi trova un tesoro...trova un sacco di amici.
(mimidiroma)

Avatar utente
Drago
Staff
Staff
Messaggi: 2346
Iscritto il: 18.08.2012, 9:40
Nome: marco
Provincia: Arezzo

Re: Doppio corpo...emulsionatori....freni aria e company....

Messaggio da Drago » 08.06.2016, 18:06

Si hai ragione sono gli stessi mi ero sbagliato poi mettendoli a confronto ho notato checerano gemelli. Ho montato i 55 per prova ma ho rimesso i 50 che sono quelli con cui mi trovo meglio....
La sfortuna è quella cosa che ci fa capire quanto siamo fortunati

Avatar utente
Nicolicchio
Utente
Utente
Messaggi: 272
Iscritto il: 10.05.2007, 10:19
Nome: Nicola
Località: Mestre
Provincia: Venezia

Re: Doppio corpo...emulsionatori....freni aria e company....

Messaggio da Nicolicchio » 08.06.2016, 19:49

Il tuo problema potrebbe essere un ingolfamento provocato dalle sollecitazioni dell'auto (brusche accellerazioni/frenate/curvoni ad alte velocità).

In centro c'è un foro che serve a far respirare la vaschetta...se il carburo viene sballottato da lì esce benza che và a ricadere proprio sopra i getti...l'auto non và bene per qualche istante e poi riprende.

I DCN-DCNF sono carburatori che vanno montati trasversalmente e non longitudinalmente con una farfalla davanti, l'altra dietro e la vaschetta di lato.

Nella 500 - specie con testa sdoppiata - l'unica possibilità di montarli è proprio come hai fatto tu e se il motore si muove parecchio può accadere (ma non è una regola certa) proprio il fenomeno che ho indicato sopra.
Purtroppo non è la posizione corretta per quel tipo di carburatore; funziona ugualmente però è stato progettato per essere montato trasversalmente.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Ultima modifica di Nicolicchio il 08.06.2016, 19:57, modificato 1 volta in totale.
"Signorina gradisce un whisky?"
"Solo un dito grazie"
"E' sicura di non volere prima un Whisky?"

Avatar utente
Mantovasud
Utente
Utente
Messaggi: 1802
Iscritto il: 12.02.2016, 17:02
Nome: Emidio
Provincia: Mantova

Re: Doppio corpo...emulsionatori....freni aria e company....

Messaggio da Mantovasud » 08.06.2016, 19:52

Più si arricchisce al minimo e meno sensibilità avrà la vite miscela...dovremo chiuderla altrimenti in minimo non va bene, e chiudendola non avremo un passaggio regolare...quel piccolo spazio quando aprendo la farfalla si scoprono i fori di progressione...il minimo comincia a ridurre la quantità di benzina al motore, per seguitare ad alimentarlo attraverso questi fori disposti in progressione (quella è la benzina del getto del minimo), fino ad annullarsi una volta che il regime del motore permette al carburatore di creare una depressione tale che il tubetto emulsionatore inizia a lavorare.

Proseguendo l'accelerazione l'alloggiamento del tubetto emulsionatore si vuota...per riempirsi l'attimo che si chiude la farfalla per ripetere il ciclo
Le viti di registrazione della miscela penso siano quelle con il filetto "micrometrico", molto fine...queste permettono una registrazione diversa da quelle a passo più grande...si fanno più giri per trovare la posizione giusta, altri carburatori hanno le viti troppo sensibili (quelli vecchi), se non è registrato bene o il getto è grande si deve stringere la vite e la registrazione non va bene

Se è troppo ricca e il "passaggio" non è regolare avremo sempre la senzazione che manchi la benzina...in effetti manca, ma più aumenti i getti e peggio va.
Non prendete ad esempio i getti del Dell'Orto o Weber DHLA e DCOE


Credo comunque che la carburazione sia piuttosto ricca.... devi capire se quando è fredda il motore è più reattivo...hai provato con gli F27 ? sono quasi come gli F30 ma alcuni fori sono più piccoli specie quelli in alto (del tubetto), e in basso ne mancano 2
Non ho parlato della pompa di ripresa, anche lei crea disturbi, ma qui devi spiegarti bene..
Chi trova un tesoro...trova un sacco di amici.
(mimidiroma)

Avatar utente
Mantovasud
Utente
Utente
Messaggi: 1802
Iscritto il: 12.02.2016, 17:02
Nome: Emidio
Provincia: Mantova

Re: Doppio corpo...emulsionatori....freni aria e company....

Messaggio da Mantovasud » 08.06.2016, 22:10

Ciao, nel caso che il DCNF deve essere montato con un montaggio predefinito...in effetti tutti i carburatori vanno montati in una condizione fronte-marcia, la vaschetta deve essere avanti, nel senso di marcia.


Ne ho aperto uno...e come mostrato e descritto da Nicolicchio quella è la presa aria della vaschetta...e quelli sono gli emulsionatori e i freni aria.
In basso alla fessura è presente il passaggio dell'aria indicato dalla freccia blu....in effetti se montato al contrario si "potrebbe" avere una tracimazione di benzina sopra i getti....nel caso si effettuano frenate da F1.

Il carburatore di Drago anche se in posizione longitudinale non dovrebbe permettere questo travaso di benzina, prima cosa perchè i fori sono al centro, seconda cosa la vaschetta è talmente stretta e lo spazio e totalmente occupato dal galleggiante.

Comunque non c'è da mettere la mano sul fuoco.

Nel carburatore che mostro sono presenti due fori per parte alla base del coperchio, a cosa servono non lo so, comunque se li hanno fatti avranno la loro importanza...e la guarnizione del filtro non li chiude.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Chi trova un tesoro...trova un sacco di amici.
(mimidiroma)

Avatar utente
Drago
Staff
Staff
Messaggi: 2346
Iscritto il: 18.08.2012, 9:40
Nome: marco
Provincia: Arezzo

Re: Doppio corpo...emulsionatori....freni aria e company....

Messaggio da Drago » 08.06.2016, 22:18

Gli emilsionatori ho a disposizione solo i f36 .il getto pompa ho da 35 e 40 e ho anche la vite di alimentazione del getto pompa di due tipi foro grande e foro piccolo
La sfortuna è quella cosa che ci fa capire quanto siamo fortunati

Oleandroi
Utente
Utente
Messaggi: 2006
Iscritto il: 05.12.2013, 23:01
Nome: Francesco
Provincia: Novara

Re: Doppio corpo...emulsionatori....freni aria e company....

Messaggio da Oleandroi » 08.06.2016, 23:41

Chiuritusu ha scritto:Oleandroi, I dcnf con che prex lavorano???
Non oltre 0,20 Bar,l'importante che abbia la portata sufficiente,io metterei anche un Filter King con regolatore di pressione.

Avatar utente
Mantovasud
Utente
Utente
Messaggi: 1802
Iscritto il: 12.02.2016, 17:02
Nome: Emidio
Provincia: Mantova

Re: Doppio corpo...emulsionatori....freni aria e company....

Messaggio da Mantovasud » 09.06.2016, 7:33

Ciao, se metti a confronto l'F36 (originale) e F27 e F30...quello che più si nota sono i fori presenti sul tubetto... quelli in alto fra F27 e F30 la diversità si nota in quelli in alto, sullF30 sono più grandi...e l'F27 ne manca 1 (che poi sono 2 perchè passanti)

Queste sono le caratteristiche che fanno la differenza....i fori, attraverso i fori passa la benzina che andrà a miscelarsi con l'aria che attraversando la vite di freno (getto aria) la raccoglie facendola uscire dallo spruzzatore o centratore.

I fori in alto forniscono la miscela in accelerazione....più fori, più benzina a disposizione quando si apre la farfalla, il diametro e la disposizione sono importanti....se i fori sono pochi quando si accelera si possono avere delle mancanze...ma non è detto che deve essere così, sulla Matra-Simca andavano bene... cambiando le caratteristiche del motore le cose si dimostrano diverse.

La pompa di ripresa può correggere questa disfunzione, ma è un attimo, perchè il getto si esaurisce subito e i problemi restano.
Proseguendo l'accelerazione la benzina nel pozzetto scende arrivando nei fori in basso...ora saranno questi ad alimentare il motore con la medesima particolarità di quelli in alto....più fori, più carburante.
La pompa di ripresa è indispensabile se si usano diffusori alquanto generosi e non solo...come già detto lei interviene nel momento che andiamo ad aprire la farfalla, qui la confusione può essere molta.

Tutto questo si ripete all'infinito ogni volta che chiudiamo e riapriamo la farfalla.

Anche il diametro dell'emulsionatore è importante...più è piccolo e più benzina esiste nel pozzetto, al contrario di meno.

Il diametro dell'F36 è più piccolo dei 27/30...se come date scritto con gli F30 "va bene"...con gli F27 devi necessariamente percepire una differenza e, portarti a capire se la carburazione attuale è ricca o magra...minimo a parte...comunque il getto-minimo originale del tuo carburatore è da 0,47.
Le prove non si fanno a tutto gas, è importante e difficile farle andare bene nei medi regimi..il motore deve salire bene di giri..un difetto in basso lo ritrovi sempre quando riacceleri.

Ho cercato di spiegarti come funzionano gli emulsionatori anche se lo sapevi, molti forse non conoscevano questa particolarità....mi sono rivolto a tutti perchè è giusto che sia così.

Emidio
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Chi trova un tesoro...trova un sacco di amici.
(mimidiroma)

Ghepcar
Utente
Utente
Messaggi: 2844
Iscritto il: 06.05.2007, 19:26
Nome: Pierino
Provincia: Monza e della Brianza

Re: Doppio corpo...emulsionatori....freni aria e company....

Messaggio da Ghepcar » 09.06.2016, 11:36

La tua spiegazione del funzionamento dinamico degli emulsionatori è mi ha confermato quello che a spanne avevo intuito ma leggerlo da chi ha fatto il carburatorista toglie qualsiasi dubbio.
Quello che non sapremo mai è come varia il livello nel pozzetto, e quindi quali fori lavorano, al variare dei giri.
Credo che qui non vi sia altra possibilità di provare e riprovare al fine di aumentare la propria sensibilità e capacità di intervento.

Grazie, Pierino.

Avatar utente
Mantovasud
Utente
Utente
Messaggi: 1802
Iscritto il: 12.02.2016, 17:02
Nome: Emidio
Provincia: Mantova

Re: Doppio corpo...emulsionatori....freni aria e company....

Messaggio da Mantovasud » 09.06.2016, 13:52

Ciao Pierino, non è scritto nel migliore dei modi perchè faccio sempre un po di confusione, quello che c'è da dire è tanto...e non mi vergogno di dire che alla fine mi confondo un po.

Il livello nel pozzetto quando il motore è al minimo è pieno, è medesimo a quello della vaschetta, la quale tramite un condotto regolato nel diametro dal getto MAX alimenta il pozzetto dove sta di casa l'emulsionatore..
...quando si accelerala il livello della benzina contenuta nel pozzetto comincia a scendere perchè la depressione la richiama attraverso lo spruzzatore...adesso inizia il lavoro del freno aria, l'aria che passa attraverso il getto agisce in antagonismo alla benzina che inizia a fuoriuscire attraverso i fori dell'emulsionatore e, una volta miscelatosi insieme raggiungono lo spruzzatore..

Quindi più fori più accelerazioni ricche...aumentando il regime la benzina scende ancora di livello NEL POZZETTO incontrando i fori in basso.. adesso il regime è tale che quello che avveniva prima succede anche adesso...uguale, il motore salirà meglio di giri quanto meglio sarà il compromesso che abbiamo trovato

Un tubetto emulsionatore scarso di fori nella parte alta sta ad indicare che quel tipo di emulsionatore fornisce delle accelerazioni "magre" e la medesima cosa per quelli in basso...i fori ci danno un'idea di quale sono le caratteristiche che avremo una volta montato con quei particolari...ma anche il diametro sia interno che esterno è importante

Quando si parla di accelerazione...non dobbiamo immaginare i 400 metri, ma l'apertura della farfalla che dal regime minimo fa salire il motore di giri.
L'emulsionatore svolge questa funzione che comunque è limitata nel tempo...aumentando il regime e diminuendo la benzina nel pozzetto si arriva ai fori bassi...anche qui non c'è una regola, questi particolari sono delle tarature standard e risultati di prove fatte al banco per quel tipo di motore e carburatore, consumi compresi.

Anche qui vale come sopra, la benzina fuoriesce dai fori, e l'accelerazione sarà tanto migliore quanto meglio sapremo trovare la soluzione....esaurita questa fase il getto del MAX si prende carico di tutto....chiudendo la farfalla tutto ricominca...
Il freno aria è sempre attivo, il suo compito è rallentare il flusso della benzina...difatti aumentandone il diametro si smagrisce tutta la carburazione ad ogni regime...
...diversamente per il MAX, la variazione del getto benzina comporta sempre anche la sostituzione del freno aria per avere sempre una carburazione omogenea...e comunque solo le regolazioni standard, quelle fai da te no.

Emidio
Chi trova un tesoro...trova un sacco di amici.
(mimidiroma)

Avatar utente
Nicolicchio
Utente
Utente
Messaggi: 272
Iscritto il: 10.05.2007, 10:19
Nome: Nicola
Località: Mestre
Provincia: Venezia

Re: Doppio corpo...emulsionatori....freni aria e company....

Messaggio da Nicolicchio » 09.06.2016, 14:27

Quindi tu ci fai capire che all'interno del tubetto emulsionatore c'è benzina che si mescola con l'aria che proviene dal freno aria? Come fa la benzina ad infilarsi dentro l'emulsionatore? da sotto non può perché nella parte inferiore l'emulsionatore è tappato e la benzina segue il giro che fa il filo grigio nella foto.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
"Signorina gradisce un whisky?"
"Solo un dito grazie"
"E' sicura di non volere prima un Whisky?"

Avatar utente
Nicolicchio
Utente
Utente
Messaggi: 272
Iscritto il: 10.05.2007, 10:19
Nome: Nicola
Località: Mestre
Provincia: Venezia

Re: Doppio corpo...emulsionatori....freni aria e company....

Messaggio da Nicolicchio » 09.06.2016, 14:45

Guarda il 7772.14 ha solo 4 fori in alto e sotto neanche uno. Se all'interno dell'emulsionatore ci fosse benzina come farebbe ad uscire se non ci sono fori? Un emulsionatore del genere non ha senso.
No in realtà la benzina resta all'esterno dell'emulsionatore il quale è pieno d'aria e dai fori esce solo aria. Al variare del regime di rotazione il livello di benzina all'interno del pozzetto varia scoprendo vari fori.
Il .14 è un emulsionatore che da una miscela molto grassa perché non esce aria. Grassa si ma non troppo perché se osservi bene ha un diametro grande il che significa poca benzina nel pozzetto. Diametro stretto=più benzina.
Confronta il .6 con il .14. Sembrano simili ma il .6 nella parte larga è un po' più stretto rispetto il .14 (quindi più benzina) però ha quel forellino a metà da cui esce aria che smagrisce un po'.
Quindi possiamo dire che nella parte alta (bassi regimi) lavorano uguali, nella parte centrale (regimi medi) lavorano uguali, agli altri regimi (parte bassa) il .6 è più grasso.

Ora non conosco bene il diametro dei forellini dovrei documentarmi ma se supponessimo che i fori del .9 e.10 fossero uguali allora potremmo dire che il.10 è più grasso agli alti regimi perché nella parte inferiore è più stretto e quindi il pozzetto contiene più benzina.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
"Signorina gradisce un whisky?"
"Solo un dito grazie"
"E' sicura di non volere prima un Whisky?"

Avatar utente
Mantovasud
Utente
Utente
Messaggi: 1802
Iscritto il: 12.02.2016, 17:02
Nome: Emidio
Provincia: Mantova

Re: Doppio corpo...emulsionatori....freni aria e company....

Messaggio da Mantovasud » 09.06.2016, 15:02

Ciao, il pozzetto è alimentato dalla benzina che attraversa il getto del MASSIMO e sale nel pozzetto fino a raggiunge il medesimo livello della benzina dentro la vaschetta.

La benzina per uscire dallo spruzzatore deve essere regolata nella quantità dal getto del massimo, altrimenti questo cosa ci sta a fare...
Il minimo è diverso, a volte si alimenta dal medesimo condotto del MAX, altre volte autonomamente dalla vaschetta...un vero carburatore nel carburatore che hanno in comune la vaschetta-carburante

Ho capito quello che che vuoi farmi capire, me so sono chiesto sempre anch'io sul DHLA...farò un'indagine, voglio approfondire
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Chi trova un tesoro...trova un sacco di amici.
(mimidiroma)

Avatar utente
Mantovasud
Utente
Utente
Messaggi: 1802
Iscritto il: 12.02.2016, 17:02
Nome: Emidio
Provincia: Mantova

Re: Doppio corpo...emulsionatori....freni aria e company....

Messaggio da Mantovasud » 09.06.2016, 15:17

In parole povere..dai fori laterali esce la benzina, nella parte dove il tubetto è più stretto vi è una maggiore quantità di carburante da consumarsi quando si apre la farfalla.

Guarda il N°5, quello lo montavano le alfa 1750, quasi senza fori, erano i modelli che consumavano moltissimo, all'inizio degli anni 70....dopo sostituendo le camme l'Alfa comincio con la serie 10/ 11 / 12...

Emidio
Chi trova un tesoro...trova un sacco di amici.
(mimidiroma)

Rispondi

Torna a “ALIMENTAZIONE”