Ultimi Sostenitori 500forum.it:
Tanokart Ciccio Corda Il Padrino Lianca

La mia replica

Avatar utente
Ghepcar
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 2671
Iscritto il: 06.05.2007, 19:26
Nome: Pierino
Provincia: Monza e della Brianza

Re: La mia replica

Messaggio da Ghepcar » 04.12.2017, 22:37

Daniele Opc ha scritto:
01.12.2017, 19:38
... la pecca è che non saprei come far generare questi impulsi in un flussometro
Una valvola rotante stile 2T con qualche accorgimento...necessari per riprodurre il più possibile le reali pulsazioni alle varie alzate.

Saluti, Pierino.
Non per entrare nel merito del motore, ogni motore ha una musica e io la so. ... sempre nel vento la farò cantare, per questa mia povera terra da sud a nord. [ F. De Gregori ]

Avatar utente
Daniele Opc
Utente
Utente
Messaggi: 185
Iscritto il: 03.04.2014, 19:22
Nome: Daniele
Località: canussio
Provincia: Udine

Re: La mia replica

Messaggio da Daniele Opc » 05.12.2017, 19:54

Ghepcar ha scritto:
04.12.2017, 22:37
Daniele Opc ha scritto:
01.12.2017, 19:38
... la pecca è che non saprei come far generare questi impulsi in un flussometro
Una valvola rotante stile 2T con qualche accorgimento...necessari per riprodurre il più possibile le reali pulsazioni alle varie alzate.

Saluti, Pierino.
anche questa sarebbe un'ottima idea, così con un potenziometro si possono regolare pulsazioni, quindi emulare i vari regimi del motore.. resta il fatto che prima è da costruire questo flussometro! ho trovato alcuni video, sia italiani che inglesi, sulla costruzione di un flussometro elettronico, con base la scheda di prototipazione "arduino". boh, vedremo col tempo cosa ne uscirà, anche perchè l'ho già ordinata :mrgreen: Rido
Lo stile di 60 anni fa..

Avatar utente
Livio59
Utente
Utente
Messaggi: 2394
Iscritto il: 30.10.2008, 21:15
Nome: LIVIO
Località: lignano sabbiadoro
Provincia: Udine

Re: La mia replica

Messaggio da Livio59 » 05.12.2017, 20:30

DANIELE, metti qualche link? Sono curioso👍
O jevi le matine, o cjali ator, il mont, il plan, une vos dal cur mi dis, sta content tu ses furlan !

Avatar utente
Daniele Opc
Utente
Utente
Messaggi: 185
Iscritto il: 03.04.2014, 19:22
Nome: Daniele
Località: canussio
Provincia: Udine

Re: La mia replica

Messaggio da Daniele Opc » 05.12.2017, 21:55

ecco qua Livio :?
https://www.musclecardiy.com/cylinder-h ... ds-part-3/
https://www.youtube.com/watch?v=UuUFrVSEDvk
https://www.youtube.com/watch?v=FkrTENgFxxs
https://www.youtube.com/watch?v=Ja3jjNmkNVw
http://dtec.net.au/Flowbench%20Design%20Guide.htm
https://create.arduino.cc/projecthub/an ... nch-b3013e
https://it.wikipedia.org/wiki/Arduino_(hardware)
l'ultimo link è la pagina wikipedia su Arduino, un mini computer programmabile ( in linguaggio C ) dove si hanno diverse entrate e uscite, sia analogiche che digitali! costa pochissimo, sulla ventina di euro, ed i suoi usi sono praticamente solo trattenuti dalla fantasia e dal saperlo programmare (non è difficile, si trovano sul web pagine e pagine di programmi già fatti, solo da incollare sul proprio arduino e dar vita alla propria creazione) un'altro microcomputer prototipabile, molto più potente di arduino, si chiama Raspberry, con le capacità di calcolo di un moderno smartphone, con un costo davvero esiguo (35 dollari circa) queste due schede possono lavborare assieme, in quanto raspeberry ha diversi sistemi operativi ( il suo, Raspbian, una versione di microsoft 10, ubuntu, linux, android e apple addirittura stanno facendo il loro sistema operativo per questa schedina) gratuiti installabili al suo interno, per farlo funzionare come un vero computer, e quindi programmare e far funzionare anche lo stesso Arduino!
ricordo che ambedue i marchi sono nati per i ragazzi nelle scuole/università, per dar loro modo di programmare qualcosa, dalle enormi possibilità, ad un costo molto contenuto.
dimenticavo, per caso avevo trovato pure un banco prova frenato che girava con arduino e raspberry, davvero una gran genialata! :?
Mandi :s
Lo stile di 60 anni fa..

Avatar utente
Ape20ff
Utente
Utente
Messaggi: 1072
Iscritto il: 20.11.2009, 23:47
Nome: Ape
Provincia: Nuoro

Re: La mia replica

Messaggio da Ape20ff » 10.01.2018, 18:58

Salve a tutti.
Sono giorni che penso al garfico ed al resto della discussione.
Rileggendolo devo ammettere che non avevo capito niente del discorso sulle ascisse ed ordinate,anche io sbagliavo ad interpretarlo.
Tutto il resto è ancora molto difficile,con queste misure non ho la minima familiarità.
Ho fatto un sacco di ragionamenti astrusi partendo dai risultati,ne ho fatti talmente tanti che prendendo un pezzettino qua e là sembra quasi che il discorso fili.
Sono partito dal fatto che sulla sdoppiata ad un certo punto l'ulteriore alzata della valvola non comportava un maggiore flusso.
Invece di considerare il flusso ho provato ad immaginare il lavoro o lo sforzo che serve a creare la depressione.
Ad un certo punto la valvola non rappresenta più un ostacolo che possa favorire la depressione.
Forse provando la sdoppiata con un valore di depressione maggiore avremmo visto il flusso aumentare anche ad una maggiore alzata.
Anche questa cosa non credo che si possa provare o dimostrare.
Ho continuato sempre a ragionare sullo sforzo che occorre per determinare un certo valore di depressione.
Con un'apertura minima della valvola lo sforzo sarà minore.
Iniziamo da un millimetro,la prima apertura,la più piccola.
Il contributo maggiore per favorire la depressione è quello rappresentato dall'ostacolo che rappresenta la valvola tanto che momentanemanete possiamo trascurare il resto del condotto.
Partiamo dalla valvola e seguendo il condotto arriviamo fino all'estremità del collettore.
Credo che con alzata di un millimetro i valori delle due teste coincidano,anche per questo mi sono permesso di trascurare in questo momento il resto del condotto.
Continuando a salire ho usato i valori del flusso e la loro diffrenza per indentificare un ipotetico tratto del condotto.
Finchè i valori di flusso delle due teste non differiscono di molto possimao trascurare le differenze tra i due condotti e finchè le aperture delle valvole restano piccole con ci vorrà un gran sforzo per crerare la depressione.
Le due teste hanno le stesse valvole quindi possiamo anche considerare questo tratto uguale per le due teste.
Nei punti in cui il flusso della monocondotto è maggiore della sdoppiata ho immaginato di essere giunti al punto in cui il condotto diventa comune,la maggior area da cui aspirare rispetto a quella disponibile sulla testa con condotti indipendenti ci ha fatto vedere quel valore di flusso più alto.
Continuiamo a salire,ormai siamo verso l'uscita delle teste e ci accingiamo a raggiungere i collettori.
Qui i migliori risultati appartengono alla sdoppiata.
Il collettore della sdoppiata e più corto ed il percorso finisce.
Per la monocondotto invece il collettore continua ed in più c'è una curva,tutto questo crea ancora una restrizione che facilita il lavoro per creare la depressione.
Questa restrizione da un lato facilita la depressione ma dall'altro peggiora il flusso,riusciamo comunque a mantenere la depressione e ad aumentare il flusso con aperture maggiori della valvola rispetto alla sdoppiata.
Alla fine non capendo nulla di queste misure ho preso come riferimento un ipotetico numero di giri della ventola di aspirazione del macchinario per creare la depressione.
Non sono per niente convinto di tutto questo che ho scritto.
Le due teste sono diverse e questo è vibile guardando il flusso.
Forse quello che hai influito sul diverso comportamento alle alzate maggiori è dovuto anche ai due diversi collettori, in particolare alla lunghezza totale ed alla curva che fa quello per carburatore orizzontale.
Un saluto.

Avatar utente
Livio59
Utente
Utente
Messaggi: 2394
Iscritto il: 30.10.2008, 21:15
Nome: LIVIO
Località: lignano sabbiadoro
Provincia: Udine

Re: La mia replica

Messaggio da Livio59 » 12.01.2018, 17:26

Come promesso, ecco i risultati della sdoppiata.
Ci sono due grafici, la linea rossa indica il valore massimo della coppia N.m e l'altro il valore massimo dei CV
Allegati
ScreenHunter_216.jpg
ScreenHunter_215.jpg
O jevi le matine, o cjali ator, il mont, il plan, une vos dal cur mi dis, sta content tu ses furlan !

Avatar utente
Ape20ff
Utente
Utente
Messaggi: 1072
Iscritto il: 20.11.2009, 23:47
Nome: Ape
Provincia: Nuoro

Re: La mia replica

Messaggio da Ape20ff » 12.01.2018, 18:28

Salve a tutti.
Grazie per la condisione.
Mi pare che qualcuno avesse indicato più o meno un valore massino di hp per l'utilizzo della tua marmitta.
Forse la potenza massima è stata penalizzata dallo scarico.
La prima marmitta in acciao ce l'ahi ancora? Volendo potresti anche provarla.
Hai gudagnato un bel po' di cavalli rispetto a prima,complimenti.
Un saluto.

Avatar utente
Ape20ff
Utente
Utente
Messaggi: 1072
Iscritto il: 20.11.2009, 23:47
Nome: Ape
Provincia: Nuoro

Re: La mia replica

Messaggio da Ape20ff » 13.01.2018, 22:53

Salve a tutti.
La coppia è una volta Nm ed un'altra in Kgm nei due grafici?
Con la monocondotto era di 5,8kgm a 4330 giri, se non ho sbagliato a vedere e a convertire adesso è di 6,27 kgm a 4181giri.
E' aumentata ed arriva pure prima.
La prima volta con la mocondotto la potenza massima era stata di 42,3cv a 5477 giri,dopo qualche cambiamento era salita 46cv a 6880 giri.
Con la sdoppiata la potenza massima è di 55,5cv a 7451 giri.
Più del 20% di potenza in più e più dell' 8% di coppia in più.
Ci sarebbero da vedere anche i diversi andamenti delle curve ripsetto a prima,non l'ho saputo fare la prima volta e nemmeno questa.
Rispetto agli altri grafici la scala del rapporto stechiometrico è capovolta?
Se la miscela grassa è verso l'alto forse quella curva che sale potrebbe rappresentare l'arricchimento della pompa di ripresa.
Cerco ogni volta di capire anche una piccola cosa in più,nella maggior parte dei casi mi sbaglio.
La potenza massima arriva ad un alto numero di giri per la sdoppiata,forse per sfruttare al meglio una monocondotto la potenza massima non andrebbe ricercata oltre un certo numero di giri.
Il volano pesante neanche questa volta è stato un problema.
Forse con la monocondotto un volano un po' più leggero non avrebbe comportato nessuna perdita visto la differenza di peso dei due volani e la'umento di potenza, avrà comunque favorito la coppia e la conservazione della potenza.
Ho tirato ad indovinare quindi non prendete le mie considerazioni sul serio.
Un saluto.

Avatar utente
Ghepcar
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 2671
Iscritto il: 06.05.2007, 19:26
Nome: Pierino
Provincia: Monza e della Brianza

Re: La mia replica

Messaggio da Ghepcar » 13.01.2018, 23:24

Ape20ff ha scritto:
13.01.2018, 22:53
...forse quella curva che sale potrebbe rappresentare l'arricchimento della pompa di ripresa.
La prova al banco si effettua con la farfalla sempre totalmente aperta e pertanto la pompa di ripresa non interviene.

Saluti, Pierino.
Non per entrare nel merito del motore, ogni motore ha una musica e io la so. ... sempre nel vento la farò cantare, per questa mia povera terra da sud a nord. [ F. De Gregori ]

Avatar utente
Ape20ff
Utente
Utente
Messaggi: 1072
Iscritto il: 20.11.2009, 23:47
Nome: Ape
Provincia: Nuoro

Re: La mia replica

Messaggio da Ape20ff » 14.01.2018, 0:48

Salve a tutti.
Ok,grazie. Immaginavo che non potesse essere così facile.
Un saluto.

Avatar utente
Roket
Utente
Utente
Messaggi: 543
Iscritto il: 01.06.2010, 10:01
Nome: Carmelo
Provincia: Reggio Calabria

Re: La mia replica

Messaggio da Roket » 15.01.2018, 16:42

Buona sera.
Questo nuovo step evolutivo, mi piace molto. I progressi e l'ottimizzazione fatti con nuova testa e carburatore, quel tipo di carburatore appaiono evidenti. Colpisce ancor più l'andamento delle curve di potenza e di coppia, tanta coppia da subito e per un ampio numero di giri e una potenza senza buchi avvertibili fino al limite utile. Ottima l'aderenza tra quanto visto al banco di flussaggio e ritrovato sui rulli. Sensazioni alla guida? Immagino come girar per campi con un 250 da cross. Per togliersi qualche sassolino ancora, una prova col dcoe la potresti fare. E poi quella famosa curva gialla avvolta dal mistero. Caro Livio che dire se non farti i complimenti, per tutto lo studio la passione e l'impegno che ci sono dietro questo nuovo traguardo!
A si forse una, INIEZIONE!
Saluti Cele

Avatar utente
Livio59
Utente
Utente
Messaggi: 2394
Iscritto il: 30.10.2008, 21:15
Nome: LIVIO
Località: lignano sabbiadoro
Provincia: Udine

Re: La mia replica

Messaggio da Livio59 » 15.01.2018, 17:55

Ciao Carmelo,
la curva gialla......del vecchio grafico con la mono, che dire, al banco non mi ero messo a correggere la carburazione, dopo a casa qualcosa ho fatto ma solo come riscontro c'è EGT e le sensazioni, migliorato ma mi sono anche fermato, la doppia era già su carta e in fresa!
Con la nuova configurazione, che dire.....il piacere con la marcia 3 o 4 di tenere il regime basso e salire senza cambiare fino ai 5000, è notevole!
Ho fatto una sola rullata, visti i risultati o fermato e sceso dal banco.Forse qualche mezzo punto si poteva salire...carburante di dodici mesi fa!!!
Smagrire leggermente in alto e ingrassare in basso, ma son cose da poco che farò a casa.
Ho avuto fortuna anche con il DCNF, acquistato(2) fatta la classica pulizia e revisione e installato. Nel frattempo avevo ricevuto parecchio materiale tra emulsionatori getti min-max ecc. ero preparato ma tutto e andato per il meglio.
Per la prova con il DCOE, vedremo nel prossimo futuro.
Prossimo step? no, iniezione elettronica no, sicuramente diverso albero camme (già nel box) e come obiettivo i 60 cv.
Vedremo.Sarete aggiornati.
Grazie dei complimenti, ma da parte mia anche al Pierino (Ghepar)
O jevi le matine, o cjali ator, il mont, il plan, une vos dal cur mi dis, sta content tu ses furlan !

Oleandroi
Utente
Utente
Messaggi: 1773
Iscritto il: 05.12.2013, 23:01
Nome: Francesco
Provincia: Novara

Re: La mia replica

Messaggio da Oleandroi » 15.01.2018, 23:21

Livio59 ha scritto:
15.01.2018, 17:55
Ciao Carmelo,
la curva gialla......del vecchio grafico con la mono, che dire, al banco non mi ero messo a correggere la carburazione, dopo a casa qualcosa ho fatto ma solo come riscontro c'è EGT e le sensazioni, migliorato ma mi sono anche fermato, la doppia era già su carta e in fresa!
Con la nuova configurazione, che dire.....il piacere con la marcia 3 o 4 di tenere il regime basso e salire senza cambiare fino ai 5000, è notevole!
Ho fatto una sola rullata, visti i risultati o fermato e sceso dal banco.Forse qualche mezzo punto si poteva salire...carburante di dodici mesi fa!!!
Smagrire leggermente in alto e ingrassare in basso, ma son cose da poco che farò a casa.
Ho avuto fortuna anche con il DCNF, acquistato(2) fatta la classica pulizia e revisione e installato. Nel frattempo avevo ricevuto parecchio materiale tra emulsionatori getti min-max ecc. ero preparato ma tutto e andato per il meglio.
Per la prova con il DCOE, vedremo nel prossimo futuro.
Prossimo step? no, iniezione elettronica no, sicuramente diverso albero camme (già nel box) e come obiettivo i 60 cv.
Vedremo.Sarete aggiornati.
Grazie dei complimenti, ma da parte mia anche al Pierino (Ghepar)
:? :s

Manu
Utente
Utente
Messaggi: 1349
Iscritto il: 26.05.2008, 11:16
Nome: Manuel
Provincia: Bergamo

Re: La mia replica

Messaggio da Manu » 16.01.2018, 12:23

Osti: queste si che sono soddisfazioni!
"Vengo in pace, ma non è detto che ci resti!"

Avatar utente
Roket
Utente
Utente
Messaggi: 543
Iscritto il: 01.06.2010, 10:01
Nome: Carmelo
Provincia: Reggio Calabria

Re: La mia replica

Messaggio da Roket » 16.01.2018, 16:51

Buona sera.
Un piccolo chiarimento di interpretazione delle curve.
carburazione.jpg
Corretta l'interpretazione dello stato di carburazione?
Se si come mai nella vecchia configurazione le variazioni, anche importanti, di carburazione, non avevano grandi corrispondenze sulla potenza e la coppia mentre in questa ultima, nettamente più lineare, alla prima variazione rapida, vedi cerchietto, ritroviamo una flessione in coppia e potenza?
La mia risposta è "casualità" che potrebbe starci. Però?.
Saluti Cele

Rispondi

Torna a “Personalizzate”