[GUIDA] Dinamo e regolatore:caratteristiche, diagnosi e riparazione

Guido972
Utente
Utente
Messaggi: 2889
Iscritto il: 18.03.2010, 21:43
Nome: guido
Provincia: Frosinone

[GUIDA] Dinamo e regolatore:caratteristiche, diagnosi e riparazione

Messaggio da Guido972 » 29.03.2010, 23:27

Vi trasferisco in questo post specifico quanto già detto sul post generale.

I° PARTE:
Prima di intraprendere i concetti pratici, le messe a punto varie e le riparazioni, è bene, anche per sapere di cosa stiamo parlando, esporre didatticamente cosa sono questi componenti.
E' chiaro a tutti che la dinamo è applicata al motore e trascinata dallo stesso in rotazione, a mezzo della cinghia trapezoidale, con velocita' soggette a continue ed accentuate variazioni e che, per questo motivo, l'applicazione all'impianto di cui si tratta e' subordinato alla disponibilita' di un dispositivo che mantenga la tensione generata dalla dinamo indipendentemente dalla sua velocita'.
Per questo motivo si adotta il gruppo di regolazione. Esso è costituito da 3 elementi distinti interessanti ciascuno una delle tre funzioni che lo caratterizzano, ossia l'interruttore di corrente o di minima (morsetto 30), il regolatore di tensione (morsetto 51) ed il limitatore di corrente (morsetto 67). A macchina spenta e quando la dinamo viaggia a bassa velocita', motore al minimo e spia rossa accesa, i contatti dell'interruttore di minima sono aperti, in quanto la dinamo stessa non erogando corrente, si evita che la batteria si scarichi sulla dinamo, i contatti del regolatore di tensione e limitatore di corrente sono chiusi. Con l'aumentare del numero di giri si chiudono i contatti dell'interruttore di minima (spia rossa spenta e collegamento con la batteria), e se la tensione della dinamo continua ad elevarsi, raggiunto il valore di taratura si aprono i contatti del regolatore di tensione e l'inserimento nel circuito di eccitazione della dinamo della resistenza di regolazione, per mantenere, a prescindere dal numero di giri, la tensione costante; qualora la richiesta di corrente massima erogabile dalla dinamo viene sorpassata, per esempio utilizzatori (fari, tergicristallo) accesi e batteria scarica, l'ancorina del regolatore di corrente viene attratta dall'elettromagnete tarato per tale punto: si aprono i contatti del limitatore di corrente provocando l'inserzione della resistenza nel circuito del campo di eccitazione della dinamo.
Con l'inizio della regolazione della corrente la tensione della dinamo diminuisce per cui il regolatore di tensione cessa di funzionare. Se la corrente che ha determinato l'elevazione della corrente non cessa, il limitatore di corrente funziona da regolatore della tensione limitando la corrente di erogazione della dinamo al valore di taratura. Quindi, il limitatore di corrente protegge la dinamo da richieste di corrente non compatibili con la potenza della dinamo stessa e regola la tensione e conseguentemente la corrente di ricarica della batteria in modo da permettere una piu' regolare e razionale ricarica della stessa. La tensione di regolazione non deve superare quella di sovraccarica della batteria per evitare di avere una corrente di ricarica troppo elevata e, non deve essere troppo bassa per evitare che la corrente di ricarica si riduca troppo rapidamente e la ricarica si prolunghi impedendo alla batteria di raggiungere un buon stato di carica.
I vantaggi che si ottengono con questo gruppo, rispetto a quelli piu' datati a due nuclei montati sulle vecchie 1100 musone e topolino B, consistono nel fatto che il limitatore di corrente funzionando indipendentemente dal regolatore di tensione, permette a quest'ultimo di produrre una tensione costante al variare del carico.
Negli altri regolatori la limitazione di corrente si verifica con l'intervento della batteria, il che rende cedevole la tensione
FUNZIONAMENTO DINAMO:
Quando la dinamo è posta in rotazione collegata con il proprio gruppo di regolazione, la tensione generata aumenta gradualmente con il crescere del numero di giri; non si avra' nessuna erogazione di corrente fino a quando i contatti dell'interruttore di minima si chiuderanno (spegnimento della spia rossa dinamo).
Avvenuta la chiusura dei contatti dell'interruttore di minima la corrente erogata dalla dinamo fluira' verso la batteria e gli utilizzatori e la sua intensita' dipendera' dallo stato di carica della batteria e dalla potenza degli utilizzatori inseriti, secondo la caratteristica di regolazione propria del gruppo stesso, cioe' del regolatore di tensione e del limitatore di corrente.
E' opportuno farvi osservare che la dinamo deve funzionare con il proprio gruppo di regolazione e non con altri regolatori adattati di altre vetture con diverse caratteristiche di tensione e corrente.
Se fate delle prove evitate di collegare direttamente il morsetto 67 con il morsetto 51; in tali condizioni la dinamo si comportera' come un semplice generatore eccitato in derivazione e percio' la sua tensione crescera' notevolmente con l'aumentare della velocita'.
L'elevato valore della tensione provochera' una forte corrente di eccitazione che potrebbe danneggiare l'indotto della dinamo.
Spero che pure questa volta non vi abbia appesantito, mi rendo conto che sono concetti un po' troppo teorici, l'elettrotecnica non e' come la meccanica che si capisce a colpo d'occhio, comunque fatemi sapere se sono stato abbastanza esaudiente, aspetto qualche vostro suggerimento prima di procedere nelle altre sessioni riguardanti il funzionamento a regime, le avvertenze, le diagnosi dei difetti e le tarature.

II° PARTE:
Nel funzionamento a regime, il regolatore si scalda normalmente, in quanto tutti i suoi elementi sono attraversati da corrente (effetto Joule), raggiungendo una temperatura di stabilizzazione termica. Proprio perche' ci sono questi normali riscaldamenti, il regolatore di tensione e l'interruttore di minima hanno la molla a cerniera in bimetallo, ovvero due metalli di natura chimica diversa con differenti dilatazioni termiche a parita' di temperatura: essa serve per la compensazione termica della tensione.
Se la velocita' della dinamo diminuisce in modo cha la sua tensione scenda al disotto di quella fornita dalla batteria, si produce una corrente di ritorno dalla batteria alla dinamo. La corrente di ritorno percorrera' in senso inverso l'avvolgimento del limitatore di corrente e dell'interruttore di minima. Sul limitatore di corrente non avra' conseguenze essendo il suo valore tale da non provocare l'attrazione dell'ancorina, mentre sull'interruttore di minima, avente ancora i contatti chiusi, determinera' un'azione smagnetizzante che, non appena la corrente di ritorno raggiungera' un determinato valore, aprira' i contatti, impedendo cosi' alla batteria di scaricarsi sulla dinamo (spia rossa accesa).

AVVERTENZE:
Ogni qualvolta vi venisse voglia di vedere come e' fatto questo "benedetto" gruppo, staccate il negativo della batteria e fasciatelo con uno straccio ben asciutto in modo da avere un buon isolamento.
- Non scambiate mai i morsetti 51 e 67 per non avere il danneggiamento istantaneo del gruppo, l'ho gia' detto alla I parte. ( non vi racconto quello che succede, ci vorrebbe un' altra mezz'ora)
- Durante le operazione di smontaggio e rimontaggio ed eventuale revisione, non abbia a subire urti o cadute accidentali, e prestare particolare attenzione alla parte posteriore dove si trovano le resistenze.
- I contatti se ossidati o presentano punta a cratere, devono essere puliti e spianati con una limetta diamantata a grana finissima, evitate tela smeriglio, in tal caso, dopo la smerigliatura, pulire per bene i contatti, a mezzo di aria compressa.
- Ad eccezione delle operazioni di taratura, di ricambio del coperchio, della guarnizione, della resistenza, evitate in modo assoluto di procedere a smontaggi, sostituzioni o riparazioni di altri particolari costituenti il gruppo.
La maggior parte dei guasti che si determinano nel gruppo sono dovuti a cause esterne ed estranee al gruppo di regolazione ed in particolare ad anomalie della dinamo.
- Nel rimontaggio interporre dietro il regolatore un foglio di gomma, all'origine c'era un cappellotto, allo scopo di evitare cortocircuiti sulla carrozzeria.
- Accertarsi che tra il basamento 31 e la carrozzeria ci sia una buona massa, umettare con del grasso di vaselina le parti metalliche a contatto con la carrozzeria che deve pure essa essere imbrattata con lo stesso grasso e priva di ruggine. Se la massa non e' buona il regolatore funziona male.

DIAGNOSI DEI DIFETTI:
a) La dinamo non carica la batteria:
- interruzione del circuito di carica, imputabile a terminali ossidati o allentati, da pulire e serrare;
- cinghia della dinamo che slitta, perche' allentata o usurata;
- batteria difettosa, da sostituire;
- imperfetto contatto delle spazzole sull'indotto dinamo, per spazzole incastrate sulle guide o usurate;
- indotto dinamo sporco di sostanze oleose o da smicare, smontare l'indotto e provvedere a pulirlo e a smicarlo con apposita lama si sega molata ai fianchi;
- portaspazzola a massa, ripristinare il tacchetto isolante;
- indotto interrotto o a massa, da sostituire;
- avvolgimenti di campo interrotti, in corto circuito o a massa, da sostituire;
- la dinamo manca di magnetismo residuo, occorre rieccitare la dinamo, collegando con un filo elettrico e, per un istante, i serrafili 51 e 67, facendo "sfiammare il filo sui serrafili stessi;
- interruttore di minima starato, occorre ritararlo, per deformazione degli arresti molla, secondo i dati relativi;
- interruttore di minima con contatti ossidati, o ancorina bloccata, ripristinare le normali condizioni;
- regolatore di tensione starato, occorre ritararlo, per deformazione degli arresti molla, secondo i dati relativi;
- regolatore di tensione con contatti ossidati, o ancorina bloccata, ripristinare le normali condizioni.
b) La dinamo inizia con ritardo la carica della batteria:
- gruppo di regolazione difettoso, da sostituire;
- indotto parzialmente in cortocircuito, da sostituire;
- avvolgimenti di campo parzialmente in corto circuito, da sostituire;
- avvolgimenti di campo a massa, da sostituire, salvo il caso che la massa sia eliminabile;
- interruttore di minima starato, occorre ritararlo ma non ottenendo risultati positivi sostituire l'intero gruppo.
c) La batteria si carica solo parzialmente:
- regolatore di tensione con taratura bassa, occorre ritararlo, per deformazione degli arresti molla, secondo i dati relativi;
- regolatore con contatti sporchi o ossidati, da pulire;
- connessioni allentate o ossidate, da ripristinare.
d) La dinamo sovraccarica la batteria:
- batteria difettosa, da sostituire;
- dinamo non perfettamente a massa, da ripristinare il collegamento;
- regolatore di tensione con taratura elevata, occorre ritararlo, per deformazione degli arresti molla, secondo i dati relativi.
e) La tensione della dinamo oscilla, ovvero non è costante: contatti sporchi o ossidati, da ripristinare.
f) Rapido consumo delle spazzole: collettore eccentrico, da ritornire e smicare, oppure cuscinetti eccessivamente usurati.
g) eccessivo scintillio al collettore dell'indotto:
- indotto interrotto, da sostituire;
- collettore eccentrico, da tornire e smicare;
- molle premispazzole allentate o rotte, da sostituire;
- spazzole consumate, da sostituire;
- sporgenza di mica sul collettore, smicare il collettore.
h) dinamo rumorosa:
- l'indotto sfrega contro i polarini imbullonati sulla carcassa, controllare le viti di bloccaggio delle espansioni polari sulla carcassa, ed eventualmente sostituire i cuscinetti.

Carissimi cinquecentisti, che ve ne pare? Una scatoletta cosi' piccola e pure cosi' importante per le nostre amate 500, specialmente nei viaggi notturni; ci diamo appuntamento alla III parte, dove tratteremo i valori di taratura.

III°PARTE:
Togliendo il coperchio del gruppo di regolazione, sono facilmente individuabili le linguette di taratura dei 3 elementi del gruppo, Queste linguette sono quelle su cui appoggiano le molle a lamina di chiusura ancorina. Le linguette, devono essere deformate, con delle pinze, fino ad ottenere i seguenti valori di taratuta:

INTERRUTTORE DI MINIMA (morsetto 30):
tensione di chiusura contatti: 12.6 +/- 0.2 Volt; (misurabile con un tester o volmetro tra il morsetto 30 e la massa e regolabile deformando la linguetta di taratura relativa)
distanza dei contatti: 0.45 +/- 0.06 mm (regolabile deformando l'arresto ancora relativo).

REGOLATORE DI TENSIONE (morsetto 51):
valore medio della tensione: 14 +/- 0.3 Volt

LIMITATORE DI CORRENTE (morsetto 67):
Corrente di limitazione sulla batteria 16 +/-1 Ampere.

Dopo aver visionato i suddetti valori di taratura si procede alla verifica della corrente di erogazione della dinamo su vettura, secondo la seguente procedura:
- avviare il motore ed inserire tutti gli utilizzatori;
- collegare un amperometro o multimetro tra il morsetto 51 del gruppo di regolazione ed il morsetto 51 della dinamo;
- la corrente erogata dalla dinamo deve essere di 16 +/-1 A, in caso contrario operare per deformazione sulla linguetta di taratura.
Per il controllo della tensione collegare un volmetro o multimetro
tra il serrafilo 51 della dinamo e la massa, avviare il motore al regime di circa 2000 giri/min, il valore medio della tensione deve essere di 14 Volt.

Avvertenza: Valori di tensione e corrente diversi da quelli suddetti, generano o savraccariche oppure scarsita' del livello di carica della batteria con conseguenze facilmente deducibili.

Ragazzi, lo so' sono concetti un po' difficili da digerire, pero' chi ha un po' di infarinatura dei concetti di elettrotecnica, puo' provare a mettere mano al gruppo di regolazione, in caso contrario sconsiglio vivamente di maneggiare tale gruppo, pena fuoriuso irreversibile ( a qualcuno è già successo).
Resto a vostra completa disposizione per ogli altro eventuale chiarimento.
Cordialmente
Guido

Avatar utente
doibaf
Staff
Staff
Messaggi: 5385
Iscritto il: 23.11.2009, 18:12
Nome: Fabio
Località: via Tuscolana
Provincia: Roma

Re: Dinamo e regolatore:caratteristiche, diagnosi e riparazi

Messaggio da doibaf » 29.03.2010, 23:55

Ora si che sta al posto giusto!

Ma le foto promesse con ulteriori spiegazioni al capezzale del malato?

Una domanda forse stupida: il sistema di provare la dinamo dandogli corrente e utilizzandola come motore è corretto?
Devo confessarti che io ho sempre fatto così anche se a dirtelo ho forse firmato la mia condanna....

doibaf

Guido972
Utente
Utente
Messaggi: 2889
Iscritto il: 18.03.2010, 21:43
Nome: guido
Provincia: Frosinone

Re: Dinamo e regolatore:caratteristiche, diagnosi e riparazi

Messaggio da Guido972 » 29.03.2010, 23:59

..
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Guido972
Utente
Utente
Messaggi: 2889
Iscritto il: 18.03.2010, 21:43
Nome: guido
Provincia: Frosinone

Re: Dinamo e regolatore:caratteristiche, diagnosi e riparazi

Messaggio da Guido972 » 30.03.2010, 0:11

doibaf ha scritto:Ora si che sta al posto giusto!

Ma le foto promesse con ulteriori spiegazioni al capezzale del malato?

Una domanda forse stupida: il sistema di provare la dinamo dandogli corrente e utilizzandola come motore è corretto?
Devo confessarti che io ho sempre fatto così anche se a dirtelo ho forse firmato la mia condanna....

doibaf
Ciao doibaf, sei il mio angelo custode, nel senso che mi stai sempre dietro, nel senso buono, è chiaro.
Per rispondere alla tua domanda, già è tutto scritto sul paragrafo "funzionamento della dinamo", comunque te lo ripeto: Se fate delle prove evitate di collegare direttamente il morsetto 67 con il morsetto 51; in tali condizioni la dinamo si comportera' come un semplice generatore eccitato in derivazione e percio' la sua tensione crescera' notevolmente con l'aumentare della velocita'.
L'elevato valore della tensione provochera' una forte corrente di eccitazione che potrebbe danneggiare l'indotto della dinamo.

Anch'io faccio comunque come fai tu, pero' solo per un'istante, al fine di non provocare la situazione suddetta.
Finalmente sono riuscito a postare le foto, era solo una questione di memoria.
Ciao
Guido

Avatar utente
Confortablynumb79
Utente
Utente
Messaggi: 103
Iscritto il: 18.08.2010, 15:21
Nome: Luca

Re: Dinamo e regolatore:caratteristiche, diagnosi e riparazi

Messaggio da Confortablynumb79 » 22.08.2010, 10:03

Aiuto ragazzi!!!Ho il problema della dinamo,o forse del regolatore.sto provando da tre giorni a smontare la dinamo ma niente! :grin: Il dado dalla parte della ventola non si svita,neanche dopo avergli fatto il bagno prima con lo svitol super e poi con il wd-40:é bloccatissimo.Domani vado dal mecanico ma sono molto sfiduciato,non vorrei dover buttar giù il motore per un a dinamo! :grin: :grin: :grin:

Guido972
Utente
Utente
Messaggi: 2889
Iscritto il: 18.03.2010, 21:43
Nome: guido
Provincia: Frosinone

Re: Dinamo e regolatore:caratteristiche, diagnosi e riparazi

Messaggio da Guido972 » 22.08.2010, 21:55

Confortablynumb79 ha scritto:Aiuto ragazzi!!!Ho il problema della dinamo,o forse del regolatore.sto provando da tre giorni a smontare la dinamo ma niente! :grin: Il dado dalla parte della ventola non si svita,neanche dopo avergli fatto il bagno prima con lo svitol super e poi con il wd-40:é bloccatissimo.Domani vado dal mecanico ma sono molto sfiduciato,non vorrei dover buttar giù il motore per un a dinamo! :grin: :grin: :grin:
Non demoralizzarti, devi bloccare la rotazione della dinamo dal lato puleggia cinghia, e provare a svitare il dado dalla parte opposta, lato ventola, con una chiave pneumatica, se il dado è stato fortemente serrato, l'unica soluzione è quella, oppure se non hai la chiave a percussione devi provare con una chiave a tubo con l'ausilio di una adeguata leva.
Buon lavoro
Guido

Avatar utente
Confortablynumb79
Utente
Utente
Messaggi: 103
Iscritto il: 18.08.2010, 15:21
Nome: Luca

Re: Dinamo e regolatore:caratteristiche, diagnosi e riparazi

Messaggio da Confortablynumb79 » 22.08.2010, 22:17

ok.Grazie.Spero di riuscire domani.Ho paura che anche il regolatore non sia un granchè:ha 40 anni e sembra che non è mai stato revisionato.Mi sembra di aver capito,che per chi non ha esperienza in materia è meglio sostituirlo senza manometterlo.Quelli che si trovano in commercio(julcar,500 bitz,ebay ecc) sono buoni???

Avatar utente
doibaf
Staff
Staff
Messaggi: 5385
Iscritto il: 23.11.2009, 18:12
Nome: Fabio
Località: via Tuscolana
Provincia: Roma

Re: Dinamo e regolatore:caratteristiche, diagnosi e riparazi

Messaggio da doibaf » 22.08.2010, 23:30

guido972 ha scritto:
Confortablynumb79 ha scritto:Aiuto ragazzi!!!Ho il problema della dinamo,o forse del regolatore.sto provando da tre giorni a smontare la dinamo ma niente! :grin: Il dado dalla parte della ventola non si svita,neanche dopo avergli fatto il bagno prima con lo svitol super e poi con il wd-40:é bloccatissimo.Domani vado dal mecanico ma sono molto sfiduciato,non vorrei dover buttar giù il motore per un a dinamo! :grin: :grin: :grin:
Non demoralizzarti, devi bloccare la rotazione della dinamo dal lato puleggia cinghia, e provare a svitare il dado dalla parte opposta, lato ventola, con una chiave pneumatica, se il dado è stato fortemente serrato, l'unica soluzione è quella, oppure se non hai la chiave a percussione devi provare con una chiave a tubo con l'ausilio di una adeguata leva.
Buon lavoro
Guido
Devi costruirti un piccolo attrezzino, ti farà perdere una mezzora ma ne vale la pena. Di solito uno degli spessori che si usano per regisrare la cinta e un po' più spesso degli altri: saldagli un pezzo di ferro piatto di lato e lo infili sui tre prigionieri della puleggia della dinamo. Reggendola in quel modo allentare il dado della ventola diventa facile.

doibaf

Avatar utente
Confortablynumb79
Utente
Utente
Messaggi: 103
Iscritto il: 18.08.2010, 15:21
Nome: Luca

Re: Dinamo e regolatore:caratteristiche, diagnosi e riparazi

Messaggio da Confortablynumb79 » 24.08.2010, 9:45

Grazie doibaf,ma ieri sono riuscito a risolvere dal mio meccanico.Ho smontato dinamo e regolatore e dopo aver cambiato le spazzole e dato una bella pulizzia al tutto ho fatto controllare sul banco da un elettrauto e tutto funziona perfettamente.Per ora non mi resta che dare una bella lavata e godermi finalmente il Cinquino! :wink:

Avatar utente
Calimero
Utente
Utente
Messaggi: 4083
Iscritto il: 16.09.2009, 15:36
Nome: Luigi
Località: Camponogara
Provincia: Venezia

Re: Dinamo e regolatore:caratteristiche, diagnosi e riparazi

Messaggio da Calimero » 24.08.2010, 16:47

buona passeggiata in cinquino :?: :?: :mrgreen:
la 500 è come un diamante, è per sempre

Avatar utente
Cinquino83
Utente
Utente
Messaggi: 680
Iscritto il: 27.12.2008, 19:58
Nome: Damiano
Località: Roma
Provincia: Roma

Re: Dinamo e regolatore:caratteristiche, diagnosi e riparazi

Messaggio da Cinquino83 » 28.08.2010, 20:07

Ragazzi una domanda, ho notato oggi che stando fermo al semaforo le luci di posizioni si sono affievolite tutte, poi ovviamente dando gas tornavano belle accese. Cosa potrebbe essere secondo voi?

Altra domanda, se il regolatore inizia a essere difettoso, quali sono i primi segni di malfunzionamento che andrei a notare?

Avatar utente
doibaf
Staff
Staff
Messaggi: 5385
Iscritto il: 23.11.2009, 18:12
Nome: Fabio
Località: via Tuscolana
Provincia: Roma

Re: Dinamo e regolatore:caratteristiche, diagnosi e riparazi

Messaggio da doibaf » 29.08.2010, 19:15

E' abbastanza normale sulla 500, per migliorare andrebbero ricontrollate tutte le masse della macchina, lo dovrebbero fare anche le frecce.

Con il regolatore guasto si accende la spia della dinamo in maniera anomale e rimani per strada con la batteria a terra... ma se adesso è tutto a posto non ci pensare! Ai tempi delle 500 era un guasto abbastanza raro!

saluti doibaf

Avatar utente
Cinquino83
Utente
Utente
Messaggi: 680
Iscritto il: 27.12.2008, 19:58
Nome: Damiano
Località: Roma
Provincia: Roma

Re: Dinamo e regolatore:caratteristiche, diagnosi e riparazi

Messaggio da Cinquino83 » 30.08.2010, 13:07

Ma è difficile da smontare il regolatore? Pensavo di smontarlo e dare una pulita ai contatti..

Avatar utente
doibaf
Staff
Staff
Messaggi: 5385
Iscritto il: 23.11.2009, 18:12
Nome: Fabio
Località: via Tuscolana
Provincia: Roma

Re: Dinamo e regolatore:caratteristiche, diagnosi e riparazi

Messaggio da doibaf » 30.08.2010, 15:40

E' un'operazione delicata perchè va controllato con il tester.

doibaf

Avatar utente
Cinquino83
Utente
Utente
Messaggi: 680
Iscritto il: 27.12.2008, 19:58
Nome: Damiano
Località: Roma
Provincia: Roma

Re: Dinamo e regolatore:caratteristiche, diagnosi e riparazi

Messaggio da Cinquino83 » 30.08.2010, 16:17

In che senso delicata??

Avendo un tester devo misurare i 3 attacchi?

Rispondi

Torna a “ELETTRICO”